Intervista a Daria Torresan per "Sospeso tra due cuori"

Abbiamo intervistato per voi Daria Torresan, una nuova autrice Emma che esordirà nella collana Love il prossimo 22 febbraio, con il romanzo Sospeso tra due cuori.

Ecco cosa ci ha raccontato. Buona lettura

Parlaci di te in… 140 caratteri?

Ho trentaquattro anni, sono moglie e mamma di due bambini. Ho una passione sfrenata per i libri e per lo shabby chic. Adoro ridere. Sono solare, disponibile, curiosa e permalosa.

Quando hai cominciato a scrivere? Qual è stato – se ce n’è uno – l’evento o il momento in cui è scattata la magia?

Ho sempre amato leggere storie d’amore, finché un giorno una storia ha cominciato a balenarmi nella testa. Ciò che mi ha convinta a raccontarla è stato proprio un libro. Anche la protagonista voleva scrivere il suo primo romanzo. Ho pensato che fosse un segno, così ho scritto Sospeso tra due cuori.

Riassumi la trama in 200 battute.

Jay è un dottore che non crede nell’amore ma solo nella compagnia notturna di donne sempre diverse. Ma quando incontra Belle e Ashlie, tutte le sue convinzioni vengono messe in discussione. Si troverà coinvolto al punto tale che dovrà fare una scelta.

Come hai deciso l’ambientazione?

Adoro New York, anche se non sono ancora riuscita a visitarla, quindi la mia prima storia non poteva che svolgersi lì

Cosa rende particolari i personaggi del tuo romanzo? Qual è il tuo preferito?

Per quanto riguarda il protagonista maschile, è limpido e sincero con le donne, ma non altrettanto con se stesso.

Le protagoniste, invece, sono molto diverse tra loro. Di una cogliamo il sacrificio e il dolore per una scelta di vita difficile; dell’altra, la semplicità e l’ingenuità. Non ho una preferenza, li ho sentiti dentro fino all’osso mentre raccontavo di loro, li amo tutti e tre.

Cosa può insegnare la tua protagonista alle donne e, in particolare, alle lettrici Emma

Le mie protagoniste sono due, e anche se sono molto diverse tra loro, direi che entrambe dimostrano quanto l’amore per se stessi o verso un’altra persona ci dia la forza e il coraggio di affrontare anche le decisioni più difficili

Cosa senti di dire – o dare – tu in quanto autrice alle lettrici con questo romanzo?

Spero di emozionare e far sognare le lettrici romantiche come me.

Ti viene in mente qualche collegamento ideale con personaggi famosi (film, serie TV, etc.) o altri personaggi tratti da romanzi e perché?

Ora non mi viene in mente nulla, però l’ambientazione di alcune scene ricorda molto il film di Kubrick, Eyes Wide Shut.

Qual è il tuo romanzo preferito?

Questa è una domanda difficile, perché ho diversi romanzi che porto nel cuore, e uno di questi è edito da Emma Books, ma se devo citarne uno, allora scelgo Il frutto proibitodella Stephens.

Femminile digitale o… di carta?

La carta ha sempre il suo fascino. Mi piace tenere il libro tra le mani, sentirne l’odore, sfogliarne le pagine. Ma l’ebook ha le sue comodità: un prezzo economico, non occupa spazio ed è sempre a disposizione. In sostanza, se desidero leggere un libro, non mi frena il fatto che esista solo la versione digitale, ma se è possibile avere quella cartacea la preferisco. Per esempio, ho adorato il libro di Ylenia Luciani, Non chiedermi di baciarti, che ho letto in digitale, ma non appena Emma Books ha reso possibile l’edizione cartacea on demand, non ci ho pensato due volte a farlo entrare nella mia libreria.